Ottobre, 2021


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, bool given in /home/customer/www/teatroditirammu.it/public_html/wp-content/plugins/eventON/includes/calendar/class-calendar-event-structure.php on line 61

29Ott21:00Batèria SicilianaCon Alfio Antico, Giovanni Parrinello e la Compagnia Batèria SicilianaTeatro Monsù presso Planetario (Parco Villa Filippina) - Piazza S. Francesco di Paola, 18, 90138 Palermo PA

Dettagli Spettacolo

Venerdì, 29 ottobre 2021, ore 21.00

“Teatro Monsù presso Planetario Villa Filippina”

Ore 21

Biglietti: 10 € Adulti, 8 € Under 18 (esclusa prevendita online)


Si conclude l’esperienza musicale iniziata a giugno di quest’anno, un importante progetto nazionale ideato da Alfio Antico, con la collaborazione di Giovanni Parrinello, che ha visto la creazione di una grande compagnia di suonatori di tamburo a cornice.  L’ensemble è composto da professionisti e musicisti amatoriali che, attraverso workshop e prove di spettacolo condotti da Antico e Parrinello nelle città di Palermo, Ferrara, Casteltermini, Muzzana del Turgnano (UD), hanno avuto l’opportunità di formarsi o di sviluppare la propria arte fino alla creazione di un gruppo “modulabile” per il quale il concerto del 29 ottobre, non è che la prima delle occasioni di esibizione in pubblico.

Batèria Siciliana prende ispirazione dalle più importanti scuole di samba a Rio De Janeiro, che Giovanni Parrinello, nel 2019 ha avuto la possibilità di studiare e di affiancare. La didattica musicale  messa a punto per gli incontri con gli allievi e per la creazione della banda ha unito la tecnica organizzativa di quelle scuole di samba e le nozioni ritmiche del Maestro Alfio Antico.

Il progetto, accolto dal Ministero della Cultura – Direzione generale Spettacolo dal Vivo nella sezione “Festival, cori e bande” – ha sviluppato un percorso didattico e formativo originale e inedito, la circostanza ideale per mappare, in qualche modo, le presenze artistiche sul territorio legate alle sonorità più antiche dell’Isola. L’obiettivo è stato quello di mettere “a sistema” tali figure senza uno schema rigido, piuttosto con la possibilità di combinare i musicisti in varie formazioni più o meno ampie a seconda delle occasioni, degli incontri, dei concerti e delle produzioni editoriali, ma sempre con lo scopo di esprimere e divulgare il sapere della tradizione, coniugato al presente e ai linguaggi musicali contemporanei, capace di produrre spettacolo e cultura e di creare connessioni con pubblico innescando emozioni vitali ed energie positive.

Dichiara Giovanni Parrinello: «Batèria Siciliana è il sogno di una vita, l’unione di anime, tamburi, voci e ritmi organizzati in armonia.

Batèria Siciliana prende ispirazione dalle scuole di samba a Rio De Janeiro, da loro prendiamo la tecnica organizzativa e la sviluppiamo applicando le nozioni ritmiche del Maestro Alfio Antico.

Esaudisco il mio sogno, porto avanti i miei obiettivi e mi sento più forte perché ho l’opportunità di stare a stretto contatto con Alfio, pioniere dello strumento che mi appartiene e che, grazie alle intuizioni della mia famiglia, suono da quando avevo sei anni. L’ho sempre visto come un mito, come lo è Maradona per chi ama il calcio, come Michael Jordan per chi ama la pallacanestro, come Muhammad Ali per chi ama il pugilato. Oggi posso sicuramente dire a me stesso ed ai nostri allievi, di avere accanto il meglio che si possa desiderare».

«Sento l’esigenza di proteggere ciò che c’è da scoprire, che vuole essere suonato e ascoltato. Per capire bisogna imparare ad ascoltare, se non ascolti impari poco e nulla. Lasciare un segno, stando un passo indietro, ascoltando e scoprendo la nostra identità, senza maschere. Se mi chiedono cosa è la tradizione io non so cosa rispondere, questa non si studia a scuola. La tradizione la crei tu, nasce da te guidata dal vero piacere e dal rispetto. e tu non hai piacere, il piacere fa ruggine e muffa.

Se tu non hai piacere esci pure di scena, altrimenti è un’offesa alla nascita. C’è gente, come sappiamo, che offende la bellezza e la creatività di uno strumento della cultura contadina da sempre visto come minore, ma non è così. Io sono fiero di aver dato dignità al tamburo siciliano, perché lui l’ha data a me tanto da farlo diventare uno strumento importante per la cultura del nostro paese.

Batèria Siciliana è l’insieme del linguaggio di ognuno di noi, ogni pelle ha la sua voce, ogni componente porta la propria identità. La Sicilia è una terra piena di popolazioni e noi lo dimostriamo in Batèria Siciliana. Sono orgoglioso di aver messo il primo seme per questo importante progetto sposato con il Teatro Ditirammu, in onore di Vito Parrinello e Rosa Mistretta che da sempre ricercano la bellezza della Sicilia, proprio come faccio io. Oggi mi sento di proteggere Elisa e Giovanni Parrinello, coloro che da qualche tempo proseguono il lavoro dei genitori attraverso i propri occhi e i propri sentimenti» (Alfio Antico).

 

Il progetto è stato realizzato con la collaborazione di Niafunken.

 

 

Leggi Ancora

X